domenica 18 aprile 2010

La bellezza e la gabbia...

Era così. Senza dirlo, senza dirmelo esplicitamente, era così. Da più giovane avevo come tutti, le mie brave idee. Come essere un buon fidanzato, un buon marito, un padre affidabile, presente. Come vivere in famiglia, come vivere sul lavoro. Come affrontare le varie cose. Con le mie idee, i miei valori. Le mie priorità.

Pensavo (e a volte penso ancora) di dover essere, in questo modo, in quest'altro. Dover essere. E di comportarmi in maniera conseguente. Essere percepito dagli altri, in modo coerente con questo, anche. 

E così mi costruivo da me stesso, con le mie migliori energie, una bella gabbia dove rinchiudermi. Una gabbia dove, tristemente (e nonostante potessi dire il contrario) c'era sempre meno spazio per le sorprese, per le sorprese vere.

Qualcosa sta succedendo, in questo periodo. Qualcosa che mi costringe a lavorare per uscire dalla mia gabbia dorata. Anche qualcosa che, sul momento, punge e fa male. Piccole e grandi frustrazioni; poi il toccare con mano concretamente le mie miserie, che stridono con la pretesa di autosufficienza. Le incoerenze cocenti. Che indicano qualcosa di altro, di diverso. Rimandano ad una prospettiva più ampia.

"la prima condizione per capire la risposta all'umano che Cristo pretende di essere è di sentire fino alla sofferenza la propria domanda umana inevasa" (Luigi Giussani)

Oggi pomeriggio ho portato la piccola Agnese al parco. La natura rivestita dei colori di primavera, mi ha allargato il cuore, ha placato un poco le inquietudini, addolcito il misterioso e doloroso senso di  insoddisfazione. Agnese era semplicemente deliziosa, una deliziosa piccola bimba in un parco delizioso. Una bimba bellissima che vuol bene al suo papà, così com'è:  le basta un mio sorriso. Allora un pò ho capito. Vedevo succedere delle cose. Ora, in questo momento. Succedono delle cose.


Una foto presa al parco, oggi pomeriggio...

Io capisco questo. Qualcuno mi vuol bene, conosce il punto specifico del mio cammino, i sui lati belli e le sue fatiche e i dubbi,  e mi parla anche attraverso cose piccole e meno piccole, cose che mi capita di vedere, di attraversare, ogni giorno.

Ce ne ho messo di tempo, per capire. Se non vedo succedere delle cose, davanti a me, in fronte al mio naso, non duro. Se non vedo succedere delle cose, ogni giorno, non posso far nulla di quanto pretenderei, non posso fare un passo verso quei cambiamenti che penso necessari. Per quanta dedizione ci metta, non posso. Ho bisogno di veder succedere delle cose, continuamente. Un amico che si fa sentire, una nuova saggia amica che mi scrive, la natura bella, il suono delle campane che dice (come diceva oggi pomeriggio, l'avrei giurato) "siate felici, siate felici!"

"l’entusiasmo della dedizione è imparagonabile all’entusiasmo della bellezza"
 (Luigi Giussani, citato qui)

domenica 11 aprile 2010

Mammolita


Mammolita
Originally uploaded by mcastellani
Come promesso, ecco il disegno della piccola Agnese, relativo alla sua mamma. Il testo è stato redatto dopo attenta osservazione (e qualche consulto con il papà - avvenuto nella mattinata di ieri - mentre veniva accompagnata in piscina).

Viene "fotografata" la mamma in due momenti "domestici", e le immagini seguono il testo. Dal momento delle pulizie di casa, al momento del "sonno profondo" (come adesso che scrivo...). Riguardo al testo, si noti appena il bodobom che indica assai significativamente l'atto di cascare sul letto, della mia stremata consorte ... ;)

I disegni sono delicati e dolcissimi! Parere "disinteressato" eh!

Gatto Frizzi


GattoFrizzi
Originally uploaded by mcastellani
Sono proprio affezionato alle elaborazioni grafiche della piccola Agnese! Questa è stata prodotta di recente: ho visto che il suo metodo preferito, per comporre scritte e disegni, consiste nel fare in un primo tempo le scritte con il programma TuxPaint, poi stampare il foglio (lì chiede aiuto al papà perché da sola non arriva al bottone della stampante...), poi nella parte rimasta bianca, fare il disegno che accompagna il testo.

E non è davvero delizioso questo gatto che si rotola e si diverte? Io dico di sì!!

Ah, c'é anche un'altra analoga composizione fatta per la mamma, molto molto divertente... Stay tuned .. apparirà prossimamente su questo sito :)

sabato 10 aprile 2010

fiorellini gialli...


fiorellini gialli...
Originally uploaded by mcastellani
Troppo. E' troppo primavera, in questi giorni, e io non riesco a resistere.

Appena dopo pranzo, esco qualche minuto nel parco dell'Osservatorio, per respirare l'aria mite e dolce della nuova stagione. Poi si torna al computer più sereni. e magari più produttivi.

Oggi in particolare, c'erano tanti bei fiorellini, che guarnivano il verde carico del prato, lo alleggerivano con tanti puntini di colore chiaro. Che dicevano, a bassa voce (ma non troppo) "ma che, non ce la vuoi fare, una foto? Ma non siamo carini?"

Avevano ragione loro, senza dubbio ;-)

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua - Happy Easter


Buona Pasqua - Happy Easter
Inserito originariamente da gigilivorno
"Questa è la sfida davanti alla quale siamo tutti, incapaci di trovare una risposta per i nostri peccati e per quelli degli altri: accettare di partecipare alla Pasqua che celebriamo in questi giorni, l’unico cammino per vedere rifiorire la speranza."

J. Carron

A tutti, i miei migliori auguri per una Lieta Pasqua; con il rifiorire della speranza, rifioriscano tutte le cose buone che abbiamo nel cuore... quelle cose luminose e belle che teniamo nascoste, quasi protette dal mondo, possano trovare, anche attraverso la nostra pazienza (e mendicando l'aiuto di un Altro), compiuta espressione, nel tempo.