mercoledì 30 settembre 2009

Fiamme antiche


Silent Night
Inserito originariamente da Philippe Sainte-Laudy
Quella mano
che non strinse
- come un flash, ora.

Uno sguardo e un sorriso,
d'altra carne,
prima di te.

Quei gesti immaginati soltanto,
rappresi in possibilità
inespressa

- ghiacciati nel loro arcobaleno,
o come chiusi nell'ambra.

Come già sapessi
che altra doveva arrivare, ancora.

Come eco fosse giunta
da sentieri ancor distanti,
come tu mi avessi
già chiamato

e quasi all'orlo
trattenuto:

dolcemente fermato
in attesa vibrante

di te.

domenica 27 settembre 2009

Autumn Skyline


Autumn Skyline
Inserito originariamente da Witty nickname

Sono nuovi i colori dell'autunno
sono nuovi -
ora.


Le cose stupìte quasi si interrogano
pervase dal quieto sentore
di una rinnovata
meraviglia

lunedì 21 settembre 2009

September dawn


september dawn
Inserito originariamente da Gregor Halbwedl

Bello il commento alla foto... "salto di mattina in mattina, mi sento spinto a godere di questi momenti ancora e ancora. E' come una dipendenza e penso proprio non potrebbe succedere in un altro periodo. La luce, i colori e le impressioni dell'alba autunnale sono così evocatrici!"

E' vero, l'autunno arriva e porta sempre con se un cestino pieno di delicati colori. Ogni volta è un'avventura nuova, solo a metterci dentro il naso..

domenica 20 settembre 2009

Sardinia sunset


Sardinia sunset
Inserito originariamente da mcastellani
Proprio ora, quando finalmente l'autunno si sta facendo strada, quando il caldo afoso dell'estate è ormai mitigato... quando i bimbi tornano a scuola, i grandi riprendono il lavoro...

... Mi viene da ripensare all'estate che proprio ora si viene chiudendo; mi capita di rivedere le foto del periodo passato in Sardegna con la famiglia... e appena percepire le atmosfere, i sentimenti, i luoghi, le compagnie.

Ogni cosa si comprende meglio assieme al suo contrario, si capisce bene quando non riempie lo spazio delle idee, o lo spazio fisico, e per contrasto si portano meglio in luce i suoi caratteri, le peculiarità; ora ripenso all'estate appena trascorsa, e meglio apprezzo i bei ricordi che ho portato con me, che porto fin dentro l'autunno, mite e dai delicati colori..

venerdì 18 settembre 2009

Home Time


HOME TIME
Inserito originariamente da Amblekingrat


...nel mare
d’azzurro insondabile


del tuo amore
mite e fedele....

(Dalla poesia "Lieve")

giovedì 17 settembre 2009

Solitude at Sunrise


Solitude at Sunrise
Inserito originariamente da SkattyKat


...Nostalgici solo
dell'infinita pazienza...

Tornare a scuola... e al blog.

Curiosamente, guardando gli accessi ai miei blog, mi sono accorto di un pò di contatti che puntavano ad un post che ho scritto nel 2007: la "potenza" di Google (e dopottutto questo blog è sotto la sua giurisdizione...) che rispondeva alle ricerche riguardo il "ritorno a scuola" mostrando il mio post.

Allora me lo sono riletto... e mi sono ritrovato di colpo nelle considerazioni e nelle impressioni che avevo due anni fa, al momento della ripresa della scuola per i miei bimbi: è come se le avessi sempre avute in mente, ma non potessi accedervi se non rileggendo quanto avevo scritto a suo tempo. Rileggere quello che ho scritto è sempre un'operazione curiosa, per me. Sarà perchè ho davvero poca memoria, ma spesso è come se leggessi una cosa "nuova" scritta da qualcun'altro. Qualcuno che però (non sorprendentemente, potreste pensare a buon diritto) scrive nel modo che più mi piace, dando rilievo ed enfasi agli argomenti che mi stanno più a cuore, scegliendo le parole che mi piacciono di più.

Scrive come piace a me. Ecco perchè non posso solo leggere quello che scrivono altri, perchè devo scrivere qualcosa di mio. Non è infatti questione di quanto sia imperfetto, quello che scrivo. E' piuttosto questione che quello che scrivo si muove esattamente nel sistema di coordinate che mi sta a cuore; dà respiro ed esposizione a quello che mi "preme". Ne riconosco spesso la bruciante imperfezione ma non posso separarmente, non posso allontanarlo. E' mio.

Allora anche riprendere con più frequenza questo blog mi sembra abbia senso, come proposito per il nuvo "anno scolastico". Twitter, Facebook e cose simili hanno al momento l'esposizione maggiore sul web (e anche io li uso, spesso con soddisfazione). Però uno spazio in cui l'attività di scrivere trovi maggior respiro forse ci vuole ancora. Almeno per me.

domenica 6 settembre 2009

Il bello dell'età di mezzo

More about Il bello dell'età di mezzo Sì, vi sono volte nelle quali, in seguito magari alla lettura di un libro, oppure alla visione di un film, si abbia desiderio come di ringraziarne l'autore, per l'arricchimento che sentiamo più come un "dono" che una nostra "conquista" (e per questo ne siamo appunto grati).

Con le modalità di connessione disponibili nella nostra era moderna, tra l'altro, ciò è spesso diventato una cosa possibile. Così, appena conclusa la lettura di questo libro, ho consultato il blog di Valerio Albisetti, ho trovato il contatto, e mi sono permesso di scrivergli un paio di righe.

Ho pensato poi di riprodurle qui sotto; magari a qualcuno potranno costituire come un "semino" per far nascere la curiosità intorno a questo libro, che a me è piaciuto molto...

Caro Valerio (se mi permetti il tono confidenziale), ti scrivo solo per dirti un grande "grazie!"; ho appena finito di leggere il libro "Il bello dell'età di mezzo", veramente molto bello e, ritengo, davvero "di aiuto" per le persone, come me, nella fase intermedia del loro cammino esistenziale.


In particolare l'ultimo capitolo lo trovo di una progressione "gioiosa" veramente affascinante; capisco come il tuo coniugare psicologia-psicoterapia con la fede sia davvero un'opzione feconda e intrigante.. Ma questo forse, rifletto, è vero sempre: quando non pensiamo alla fede come una cosa a parte, ma le permettiamo di "fecondare" e rendere più - davvero - umane le nostre attività, è sempre un guadagno, umanissimo e prezioso...

grazie ancora, un caro saluto.