lunedì 27 agosto 2007

E domani si parte...

Ci siamo quasi... Domani si parte. Certo nei giorni scorsi sentivo con preoccupazione le notizie dai telegiornali: gli incendi che hanno devastato anche la zona intorno a Cefalù!

Dall'albergo mi dicono che la situazione è a posto. Allora, la giornata scorre a fare le piccole cose in vista della partenza: stampo il biglietto dell'aereo, il programma del congresso, i numeri di telefono... Chissà come saranno i posti, le persone, laggiù: non ci sono mai stato. Chissà che memorie riporterò a casa dal congresso. Simpaticissimo oggi Simone, mentre lo accompagnavo al centro estivo: non gradiva molto che me ne andassi, sia pur per pochi giorni, e - col candore tipico dei bambini - mi diceva "Ma devi proprio andare? Ma non puoi prenderti dei giorni di ferie e rimanere a casa...?" Beh anche se ho dovuto rispondere di no, sono cose che fanno piacere, ad un papà!

Devo ricordarmi assolutamente di portare il poster. Che buffo, mi preme in maniera particolare, per il fatto semplicissimo che è il mio primo lavoro svolto interamente da solo. Lavorare con altri è bellissimo, certamente. Ma per qualche motivo "esistenziale" (legato a varie contingenze lavorative e familiari e di "maturazione" personale), mi preme portare "in luce", soprattutto in questo periodo, un lavoro fatto svolgendo e sviluppando una idea tutta mia, esporlo agli altri dopo averne tanto ragionato tra me e me... E se seguo i ricordi, poi, mi intenerisco, perchè ricordo uno degli ultimi giorni che parlavo con papà, e che lui mi chiedeva del progetto, e mi incoraggiava a continuare... e ora che il congresso è dedicato proprio a a lui, e io che mi porto una piccola cosuccia che lui apprezzava..

Beh mi fermo, cario mio diario, lo sai bene sennò che potrei riempire pagine! Ok i prossimi aggiornamenti, credo, al mio ritorno... un augurio di un morbido e sereno "rientro" (aspettando che l'autunno ci porti un poco di agognata frescura) per i miei affezionati lettori ;)


Blogged with Flock

venerdì 10 agosto 2007

Aria di pioggia...


Sliver of Clouds
Inserito originariamente da Schlawi
Argh! Giornata di pioggia, tutt'altro che estiva... E proprio adesso che sto per andare in montagna per qualche giorno. Speriamo che il tempo si rimetta, almeno un poco. Sennò va a finire che dobbiamo pure accendere il camino (che si fa, polenta, salsiccie.... a farregosto??)

Certo mi devo portare appresso il computer con il lavoro da terminare per il congresso a fine mese (da contendere alla mia primogenita, che intende usarlo per portare avanti i suo racconti). Però almeno lo schema (e anche qualcosa di più) di questo contributo per il workshop è ormai già pronto, eppoi son certo che un cambio d'aria farà comunque bene.

Ai miei affezionati lettori, un sincero augurio di un buon Ferragosto, che siate in vacanza oppure no... ma dopotutto, a pensarci bene, non fa niente, si può star bene (eppur anche voler e volersi bene) lo stesso, non è così?

PS magari provo a postare con il telefonino... se non mi impiccio come l'altra volta ;)

venerdì 3 agosto 2007

Passetto passetto...

"Sarebbe più utile per noi e per la nostra salute, se ci mettessimo al lavoro più lentamente, riflettendo più a lungo, ma anche con più costanza e perseveranza. Mille miglia cominciano con un piccolo passo..." ("La forza dei piccoli passi", George Popp)

Direi che me lo devo mettere bene in testa... difatti tendo sempre a preoccuparmi un pò troppo se devo cominciare un certo lavoro, mi figuro invariabilmente difficoltà insormontabili, mi sento sempre un pò "non all'altezza" (salvo poi rassicurarmi a lavoro terminato, solitamente). Ieri d'altra parte - con una certa soddisfazione - ho finalmente inviato il resoconto che dovevo terminare, e che pure mi aveva un pò messo in agitazione. Non è venuto male, tutto sommato!



Oggi comincio a preparare il lavoro per il congresso di Cefalù. Per il poster ho scelto - per la prima volta - un argomento "tutto mio", un lavoro che ho portato avanti in prima persona, il Database degli Ammassi Globulari: se da una parte sono contento di poter presentare un lavoro mio mio, dall'altra mi devo convincere che lo posso fare bene. Ma sono fatto così, mi conosco... non sono un tipo d'assalto, ma devo rassicurarmi progressivamente sul fatto che le cose si possono fare, possono prendere forma, lentamente, come uno vuole. Con pazienza.

Essì: basta procedere piano piano... ;-)